IL DOMINIO DELLA BITCOIN STA CEDENDO, MA NON ASPETTATEVI UN „ALTSEASON“

L’azione dei prezzi di Bitcoin nelle ultime settimane non è stata impressionante per gli standard degli altcoin. Mentre la BTC ha ristagnato nei bassi $9.000, alcune crittocurrenze sono letteralmente diventate paraboliche.

Nessuna moneta mostra questa tendenza così come Chainlink (LINK), che ora è una delle prime 10 valute crittografiche. La popolare altcoin, una delle più popolari su Crypto Twitter, è aumentata di circa il 400-500% rispetto ai minimi di marzo. Ed è in crescita di migliaia di punti percentuali rispetto ai minimi di dicembre 2018.

Questa recente azione sui prezzi ha spinto il dominio dei Bitcoin a un punto di rottura, ma molti sono certi che un altseason potrebbe non arrivare.

IL DOMINIO DEI BITCOIN È AD UN PUNTO DI ROTTURA

Il modo migliore per misurare le prestazioni degli altcoin contro i Bitcoin Future è attraverso la dominanza di BTC. La dominanza di BTC è la percentuale del mercato delle cripto-valute costituita da BTC; maggiore è la percentuale, minore è il valore che gli altcoin hanno rispetto al leader di mercato.

Con il recente rally del mercato altcoin, un trader ha notato che la metrica ha raggiunto un livello critico di macro importanza:

„Livello critico qui: alto dalla fine del 2018-metà del 2019, ora funge da fondo per il 2020. Una rottura al di sotto del 62 significherebbe per me un ulteriore ribasso, ovvero più pompe per #altcoins contro BTC“.

A ciò ha fatto eco un altro trader, quello che a metà del 2018 aveva previsto che il Bitcoin sarebbe sceso a 3.200 dollari.

Ha anche notato che la posizione dominante di BTC è a un punto in cui è probabile che si verifichi un forte crollo, il che significa che gli altcoin si riprenderanno.

Fortunatamente per i tori Bitcoin, non tutti sono convinti che questo scenario si verificherà come la maggior parte dei trader e dei partecipanti al mercato si aspettano.

QUALE ALTSEASON?

Mentre alcuni altcoins possono sovraperformare, in linea di massima, gli investitori di spicco si aspettano che la maggior parte delle valute crittografiche non-BTC tendano verso $0. Jason Calacanis, un importante investitore angelo ben noto per aver investito in Uber e Robinhood ha commentato a giugno:

„Storicamente, il 99% dei progetti di crittografia sono spazzatura gestiti da idioti non qualificati, deliranti ma al di sotto della media dei fondatori o truffatori… l’1% che non lo sono, potrebbe cambiare il mondo. Sto aspettando che quell’1% consegni il loro prodotto per poter parlare con i loro clienti. hai clienti?“

C’è stata anche l’analisi di un trader accurato secondo cui il dominio Bitcoin potrebbe raggiungere il 76% nel 2020.

Anche se c’è una manifestazione, gli investitori hanno ricordato alla comunità che investire in altcoins è rischioso. Jason Williams, un socio della Morgan Creek Digital, ha detto recentemente:

„La gente vende BTC per comprare monete alt e monete s**t dritte. Penso che sia super rischioso. Sono sicuro che, se si facesse una vera e propria analisi storica onesta, si dimostrerebbe che la detenzione è una strategia superiore. Proprio come i single stock picker sono perdenti rispetto a quelli che usano un indice. IMHO“.

Il suo sentimento si basa sull’idea che detenere Bitcoin, la costa del dollaro in media nell’asset crittografico principale, è più sicuro e più prevedibile.